Il 3 novembre u.s si è svolta una riunione tra la Direziona Generale  della sanità animale e dei farmaci veterinari,  la  Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministero della salute e le Regioni.
L’aggravarsi della diffusione della malattia COVID-19, che in alcuni territori sta impegnando il personale veterinario e gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali nelle attività inerenti la lotta contro l’ulteriore propagazione della malattia sul territorio nazionale, precisa la nota, determina un rallentamento nello svolgimento dei controlli ufficiali in sanità pubblica veterinaria e sicurezza degli alimenti, seppur non in modo omogeneo in tutto il territorio.

Nel corso della riunione, le parti hanno convenuto che fino alla fine dell’anno si conferma quanto definito nella nota l0008536-DGSAF/0012758-DGISAN del 8 aprile 2020, con le modifiche riportate nell’allegato 1.

Fonte: 
Ministero della Salute
Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.