È una ANSA di oggi 22 febbraio a commentare che è stato risolto quello che sembrava il principale problema sull'operatività della ricetta elettronica veterinaria (REV), ossia la mancata assegnazione dei dati necessari per accedere al sistema a circa della metà dei medici veterinari iscritti all'Ordine.
Sembra così essere tutto pronto per la partenza della ricetta elettronica veterinaria, dopo che lo scorso 15 febbraio il Ministero della Salute ha annunciato la firma del Decreto con le modalità operative della REV.

Con la creazione automatica delle credenziali di accesso al sistema, che verranno comunicate via posta elettronica certificata ai medici veterinari che non le avevano ancora richieste, cade quindi l'ultimo ostacolo per la definitiva entrata in vigore della ricetta elettronica veterinaria, inizialmente prevista per il primo gennaio di quest'anno.
La ricetta dovrà essere utilizzata dai veterinari in via esclusiva per tutti i medicinali a uso animale con obbligo di ricetta, tranne quelli con sostanze stupefacenti e psicotrope. Questa digitalizzazione renderà le cose più facili anche per il cittadino, che darà al farmacista un pin di quattro cifre e il proprio codice fiscale per poter ritirare il medicinale a uso animale.
Dopo il passaggio alla Corte dei Conti per il visto di legittimità, il Decreto dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel prossimo mese di marzo.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI
Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.