La Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Veterinari della Lombardia, informa, che da lunedì 9 marzo è stato attivato il conto corrente ‘Regione Lombardia-Sostegno emergenza Coronavirus’ (numero IBAN IT76P0306909790100000300089 - BIC BCITITMM) per raccogliere fondi per sostenere le strutture sanitarie, i medici, gli infermieri e tutto il personale che in questi giorni sta combattendo una durissima battaglia per curare i cittadini lombardi e sconfiggere il Covid-19.

Facendo seguito alla numerose comunicazioni diramate in argomento, il Consiglio Direttivo dello scrivente Ordine intende esortare con la massima fermezza i colleghi ad attenersi alle disposizioni del DPCM dell’11 marzo 2020 (art. 1, punti 7, 8, 9 e 10), in base al quale, pur non essendo sospeso l’esercizio delle attività professionali, è strettamente necessario limitare il più possibile gli spostamenti e posticipare le prestazioni differibili.

Si ribadisce quindi che è obbligatorio limitare le attività alle situazioni di reale emergenza e improcrastinabilità. Rinviare prestazioni quali sterilizzazioni, vaccinazioni, visite di routine e simili in un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo è un atto di responsabilità nei confronti di tutta la cittadinanza, nonché esemplare anche per quei clienti che, non comprendendo i rischi a cui espongono sé stessi e gli altri, non rispettano quanto indicato dal Governo.

Non solo, è un segno di vicinanza verso i colleghi e un comportamento rispondente ai dettami del Codice Deontologico della Professione che all’art. 18 - Rapporto fra Colleghi così recita:  “i Medici Veterinari improntano il rapporto con i Colleghi ai principi di solidarietà e collaborazione, nel reciproco rispetto delle competenze tecniche, funzionali nonché delle correlate autonomie e responsabilità”.

Nella certezza che questo invito verrà accolto con sensibilità e giudizio, si porgono cordiali saluti

Il Consiglio Direttivo OMV Cremona

In questo momento di estrema difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da CoronaVirus COVID-19, d’intesa con il Consiglio di amministrazione, ENPAV ha deciso di adottare alcune misure straordinarie a supporto dei Colleghi iscritti: 

1) Sospensione pagamento contributi
Sospensione del pagamento dei contributi previdenziali in scadenza nel periodo dal 21 febbraio 2020 al 31 maggio 2020. Il provvedimento di sospensione riguarda tutti i contributi in scadenza (rateazioni, dilazioni, minimi, eccedenze; etc)
In ogni caso è lasciata la facoltà a chi volesse di effettuare i pagamenti oggetto di sospensione.
Non si darà luogo al rimborso dei contributi eventualmente già versati. 

2) Sospensione pagamento rate prestiti
Su richiesta degli interessati potranno essere sospesi anche i pagamenti della rate dei prestiti aventi scadenza nel periodo compreso tra il mese di marzo e fino alla fine di maggio. In questi casi slitterà in avanti la fine del piano di ammortamento. 

3) Borse lavoro giovani
La scorsa settimana sono partite n.42 Borse lavoro giovani. Vista la difficoltà del momento e volendo consentire ai giovani di svolgere la loro formazione in modo sereno e completo, è sospesa la prosecuzione dei progetti formativi almeno fino alla fine di aprile. E’ fatto salvo il caso in cui giovane e la struttura ospitante chiedano di continuare comunque a svolgere il tirocinio. 

4) Assemblea Nazionale
L’Adepp sta chiedendo al Ministero del Lavoro di spostare a giugno la data di approvazione del Bilancio. In ogni caso e a prescindere da quanto deciderà il Ministero, vista la precarietà della situazione, si valuterà di posticipare la data dell’Assemblea Nazionale.

Vi informo inoltre che l’Adepp sta chiedendo al Governo una modifica urgente al decreto legge 9/2020 sul Coronavirus. L’articolo 16 del Dl 9/2020 ha introdotto un’indennità mensile esentasse di 500 euro mensili per i lavoratori autonomi e liberi professionisti, ma ha escluso i liberi professionisti iscritti agli Enti di previdenza privati, fra cui i medici e gli operatori sanitari che sono in prima linea nell’affrontare il Covid-19. Limitare l’indennizzo ai soli lavoratori autonomi iscritti all’Inps è discriminatorio, poiché le risorse provengono dal Fondo sociale per l’occupazione e la formazione, che è finanziato con risorse pubbliche e dunque derivanti anche dalle tasse pagate dai liberi professionisti e dalle stesse Casse previdenziali private. L’Adepp chiede dunque che l’indennità di 500 euro sia estesa a tutti i liberi professionisti indipendentemente dall’ente previdenziale a cui sono iscritti.

Si inoltra il seguente comunicato inviato da FNOVI all'attenzione di tutti i veterinari. 

Si rimane a disposizione,
La Segreteria 

Care Colleghe e cari Colleghi, 

la situazione contingente è grave e sempre più preoccupante.
In conformità con le nuove disposizioni del Governo in relazione al contenimento della diffusione del coronavirus vi invitiamo a limitare l'attività professionale alle situazioni di emergenza e improcrastinabilità rinviando vaccinazioni, visite di routine, diagnostica e chirurgia non urgenti. 

Rammentiamo inoltre di rispettare sempre le norme di prevenzione e le indicazione sull'utilizzo dei DPI. Come da indicazioni governative va poi concordato con il personale dipendente un programma di ferie.
Dobbiamo fare tutti insieme un grande sforzo e sacrificio per il bene comune, con la professionalità e il grande senso di responsabilità che ci contraddistingue: siamo medici!

Affronteremo e supereremo questo periodo insieme. 

Da parte nostra vi terremo informati su eventuali aggiornamenti riguardanti ordinanze e
sostegni economici prossimamente varati. 

Il Comitato Centrale

Vi informiamo che l’Ordine dei Medici Veterinari di Bari e l’OMCEO di Bari hanno dato il loro patrocinio e collaborato con la Fed. Cisl Medici Puglia e la Fed. CISL MEDICI Bari all’organizzazione di un “Corso di Educazione e Divulgazione Sanitaria sui Coronavirus – ONE HEALTH”, che si svolgerà sabato 14 marzo 2020 dalle ore 09:30 alle ore 12:30 e che potrà essere seguito in modalità streaming. 

Il programma prevede i seguenti interventi:
- Prof. Pierluigi LO PALCO - Università di Pisa: “Epidemiologia del Covid-19 in Italia. Stato dell’arte”;
- Prof. Fulvio MARSILIO – Facoltà di Medicina Veterinaria - Università di Teramo: “I Coronavirus animali: un modello per la nuova emergenza umana”;
- Prof. Gioacchino ANGARANO - Università di Bari: “Covid-19 la malattia ed il virus”;
- Prof. Nicola DECARO – Dipartimento di Medicina Veterinaria - Università di Bari: “I coronavirus: tra cambi di patogenicità e salti di specie”;
- Prof. Michele QUARTO - Università di Bari: "La nuova emergenza sanitaria da SARS-CoV-2 e le strategie di contenimento”;
- Dott. Alessio LORUSSO – Medico Veterinario - IZS Teramo: “SARS-CoV-2 un’altra zoonosi”;
- Dott. Domenico LAGRAVINESE - Direttore Dipartimento di Prevenzione Asl Bari: “Applicazione di misure di contenimento”. 

Il moderatore sarà il Dott. Edoardo ALTOMARE – Responsabile U.O. Formazione ASL BA. 

Collegandosi al link https://livestream.com/accounts/10712306/events/8397365 sarà possibile seguire il corso. 

La partecipazione all’evento è aperta a chiunque ed è particolarmente consigliata a studenti di tutte le scuole e Università e non prevede limitazione di partecipanti.

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.